focus su

News

Cina. La rete tra big data e big brother

La rete sempre più complessa di relazioni e connessioni tra persone on line crea opportunità e minacce. Molto interessante il sistema complesso di mosse e contromosse che sta avvenendo in Cina. Ne parla questo articolo del Cor.Com, il Quotidiano on line dell'economia digitale e dell'innovazione.

Leggi tutto...

L'Evento

Al via una piattaforma EU per i big data

Completato il progetto Juniper, finanziato dalla UE con 5 milioni di euro. Aiuterà le aziende europee che operano nella digital economy. Qui i particolari: potenzialità e volumi previsti per la gestione di reti di dati sempre più complessi.

Il sito

Complex Networks Everywhere

Si tratta di un sito che aggrega e suggerisce tutti i migliori video (lezioni, conferenze, discussioni, documentari) dedicati al mondo delle reti e dei sistemi complessi. Cliccate qui per accedere e scegliere il video da guardare poi su You Tube o altri canali video.

Leggi tutto...
 
Complexity Explorer

http://www.complexityexplorer.org è la pagina del Santa Fe Institute che dà gli aggiornamenti su tutti i corsi on line gratuiti erogati dal più antico e prestigioso centro di ricerca sulla complessità.

Leggi tutto...
 

Il Libro

Complessità e società multietniche

Si intitola L'uomo tra geni e ambiente (sottotitolo: Falsi miti e complesse verità sulle società multietniche) ed è firmato da Liborio Stuppia il diciassettesimo volumetto della collana dei Quaderni della complessità pubblicata da Guaraldi Editore e coordinata da Valerio Eletti

Leggi tutto...

La discussione in corso

Approccio complesso ai big data

Da qualche mese BIG DATA BANG, una nuova pagina aperta su Facebook, lancia due o tre discussioni a settimana sui temi dedicati a big data, tracciabilità on line, Internet delle cose, problemi di privay, e simili: il tutto in ottica complessa e sistemica. Per seguire le discussioni e per parteciparvi, basta accedere a Facebook e mettere un like sulla pagina

Citazioni

"

La vita delle idee non è vita nel senso biologico e fisico-chimico, ma è comunque una vita autonoma e individuale, che ha la particolarità di nutrirsi del nostro spirito :: Morin

"


Come affrontare la complessità

Come

E-mail Stampa PDF

Nell’avvicinarsi alla complessità, è importante avere la consapevolezza che si tratta di una visione trasversale, che richiede una certa conoscenza matematica di base per poterla comprendere senza gravi fraintendimenti o eccessive banalizzazioni (un po’ come quando ci si avvicina ai concetti legati alla relatività, alla meccanica quantistica o alle teorie economiche).

Questa nostra mappa logica è dedicata (almeno in parte) a coloro i quali non hanno tali conoscenze scientifiche di base, ma sentono l’esigenza di capire i tratti caratterizzanti della complessità, evitando il pericolo di cadere nelle semplificazioni di bassa divulgazione che stravolgono (e talvolta annullano) la ricchezza del pensiero complesso.

Citazione: Un’indagine scientifica su caos, complessità e parallelismo è di per sé interdisciplinare e, in quanto tale, si presta bene alla divulgazione perché tutte le persone interessate sono, in un certo senso, non addetti ai lavori. Non esiste, cioè, l’esperto del caos, della complessità e del parallelismo - settori che on possono essere confinati in un campo specifico, in quanto spaziano dalla fisica alla biologia alla matematica. Temi come questi devono essere affrontati con un atteggiamento di umiltà e con la coscienza dei limiti imposti dalla propria specializzazione disciplinare”, Bruno Codonetti in A.A., “Caos e complessità”, Cuen 1996, p.52

Nota importante: come si può verificare navigando nella mappa logica in cui siamo immersi in questo sito, il modo più efficace per avvicinarsi ai concetti chiave della complessità (e in particolare alla revisione in senso complesso e non lineare del proprio paradigma cognitivo) non è mettere in sequenza una serie di nozioni l'una conseguenza e sviluppo dell'altra, ma è quello di accumulare elementi caratterizzanti, descrizioni, riflessioni in maniera reticolare, facendo in modo che i vari elementi acquisiti entrino in risonanza tra loro.

Nota aggiuntiva: si riesce ad entrare nella "complessità del paradigma complesso" acquisendo le nozioni base di diversi studi e ricerche in apparenza distinte tra loro: sulla system dynamics, sulla topologia delle reti, sui frattali, su reti neurali, soft computing e matematica discreta cosiddetta sperimentale. Tutti argomenti che vengono presentati nei vari blocchi di questa stessa mappa logica.

Ultimo aggiornamento Lunedì 18 Novembre 2013 17:48