focus su

News

Cina. La rete tra big data e big brother

La rete sempre più complessa di relazioni e connessioni tra persone on line crea opportunità e minacce. Molto interessante il sistema complesso di mosse e contromosse che sta avvenendo in Cina. Ne parla questo articolo del Cor.Com, il Quotidiano on line dell'economia digitale e dell'innovazione.

Leggi tutto...

L'Evento

Al via una piattaforma EU per i big data

Completato il progetto Juniper, finanziato dalla UE con 5 milioni di euro. Aiuterà le aziende europee che operano nella digital economy. Qui i particolari: potenzialità e volumi previsti per la gestione di reti di dati sempre più complessi.

Il sito

Complex Networks Everywhere

Si tratta di un sito che aggrega e suggerisce tutti i migliori video (lezioni, conferenze, discussioni, documentari) dedicati al mondo delle reti e dei sistemi complessi. Cliccate qui per accedere e scegliere il video da guardare poi su You Tube o altri canali video.

Leggi tutto...
 
Complexity Explorer

http://www.complexityexplorer.org è la pagina del Santa Fe Institute che dà gli aggiornamenti su tutti i corsi on line gratuiti erogati dal più antico e prestigioso centro di ricerca sulla complessità.

Leggi tutto...
 

Il Libro

Complessità e società multietniche

Si intitola L'uomo tra geni e ambiente (sottotitolo: Falsi miti e complesse verità sulle società multietniche) ed è firmato da Liborio Stuppia il diciassettesimo volumetto della collana dei Quaderni della complessità pubblicata da Guaraldi Editore e coordinata da Valerio Eletti

Leggi tutto...

La discussione in corso

Approccio complesso ai big data

Da qualche mese BIG DATA BANG, una nuova pagina aperta su Facebook, lancia due o tre discussioni a settimana sui temi dedicati a big data, tracciabilità on line, Internet delle cose, problemi di privay, e simili: il tutto in ottica complessa e sistemica. Per seguire le discussioni e per parteciparvi, basta accedere a Facebook e mettere un like sulla pagina

Citazioni

"

Is it futile to aim for the discovery of general principles or a "unified theory" covering all complex systems? :: Mitchell

"


Obiettivi

E-mail Stampa PDF

I macro-obiettivi del Complexity Education Project sono essenzialmente due: 

1. dare un contributo alla formazione alla complessità con la complessità, ovvero con l'utilizzo di percorsi non lineari, non semplificanti, e quindi rispettosi del paradigma e del pensiero complesso: la Mappa concettuale interattiva presente nella home page del nostro sito esprime questo approccio non lineare ai diversi aspetti delle reti e dei sistemi dinamici aperti: anche chi si avvicina per la prima volta a questi temi può farlo così senza seguire un tracciato lineare (il tracciato lineare tradisce per definizione l'idea stessa di complessità, di "intrecciato insieme"), scegliendo non solo la propria specifica via di entrata al complesso mondo della complessità (dal blocco storico? da quello matematico e modellistico? da quello epistemologico? dalle applicazioni concrete delle teorie della complessità?), ma anche il suo proprio percorso, che può snodarsi saltando da un blocco all'altro, esaurendo ciascun argomento o cercando spunti veloci all'interno dei vari punti di vista presenti nella mappa concettuale interattiva.

2.  costituire un punto di incontro, di scambio di informazioni e di collegamento fra le variegate (e spesso eccellenti) realtà di ricerca e di studio di questi temi in diverse aree disciplinari e geografiche del nostro Paese, con un costante riferimento alle eccellenze internazionali: è sempre più sentito infatti, tra chi si occupa di complessità nelle diverse discipline, il bisogno di entrare a contatto con chi si occupa degli stessi problemi in discipline adiacenti o lontanissime, come possono essere la fisica delle particelle dall'ecologia, la medicina dalla finanza, la biologia dall'informatica o dalle scienze della comunicazione o dalla sociologia. Dalla nostra frequentazione di convegni, associazioni, incontri di lavoro in ambiti così lontani tra loro, è emerso il desiderio di porci "a servizio" dei tanti ricercatori e studiosi portatori di esperienze e di problematiche, di casi di studio e di approfondimenti, che possono essere di grande utilità ai colleghi sconosciuti che operano in discipline differenti su fenomeni caratterizzati da analoghi andamenti complessi, con riferimenti convergenti alle reti a invarianza di scala, a pattern emergenti dal basso, a fenomeni di auto-organizzazione e di autopoiesi, a evoluzione e co-evoluzione nel contatto di sistemi aperti con gli ambienti circostanti. L'elenco dei Top link che trovare sulla barra della testata del sito e i Focus sui siti, sugli eventi e sui libri che trovare nella colonna di sinistra della home page vogliono quindi essere un tentativo di creare ponti tra persone che utilizzano lo stesso approccio complesso sapendo poco o nulla l'uno dell'altro. Benvenuti nel nostro laboratorio!


A questi due macro-obiettivi si affiancano altri obiettivi secondari che emergono autonomamente dalla navigazione che ciascuno può fare all'interno di questi materiali, in continua evoluzione dinamica.

Ultimo aggiornamento Lunedì 28 Marzo 2011 09:33  

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna